Di

L’A.S.D. MACV/SOG (Fiamme Cremisi) di Gallipoli si è classificata ottava al torneo softair “Notte Urban 2013 Art.41bis”. L’evento, che si è tenuto nelle campagne trà Nardò e Galatina è stato organizzato dalle ASD SWAT di Nardò e Prima Legio di Ruffano ha visto la partecipazione di ventuno team provenienti da tutta Italia. Cosa insolita per una manifestazione di softair è stato il fatto che non si trattava della classica azione militare in un contesto boschivo, ma i softgunner venivano immersi in una vera e propria “azione di polizia”, con tanto di intelligence e appostamenti, il cui fine era quello di sgominare una pericolosa organizzazione criminale.

E, brillante intuizione degli organizzatori, i nemici da affrontare non erano i classici gangster o guerriglieri, i partecipanti infatti si trovavano, con grande stupore, a dover combattere di volta in volta contro i pirati dei caraibi o gli acchiappa fantasmi o ad essere aiutati nella loro impresa da Dylan Dog o dall’Uomo Tigre!

La compagine gallipolina, formata da Alessandro “Indy” Pedaci, capo squadra, Antonio “Stasi” Manno, navigatore, Luigi “Phoenix” Sansò e Marco “Solid” D’Amato, scout, Alberto “Hammer” Cataldi, Andrea “Patriot” Monsellato, Franco “Max” Orlando e Davide “Scorpion” Scigliuzzo, assaltatori, ha saputo competere con team di più lunga esperienza portando a casa un meritato piazzamento frutto di mesi di duri allenamenti, sacrifici e studio della missione. Il premio è stato dedicato dalla squadra alla memoria di Marco “Tango” Maggio.
Il torneo, valevole come II tappa del Campionato CISA (Comitato Interregionale Soft-Air) è stato vinto dai Go Devils di Bari, secondi si sono classificati i Black Vipers di Otranto mentre terzi i N.A.O.S. di Francavilla Fontana.

Tags:
Redazione
A proposito dell'Autore

 

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.