Di

I softer ganners cremisini si sono fatti onore nel prestigioso torneo ” luna di noas”, quest’anno giunto alla 19^ edizione. Il torneo si è tenuto nella polveriera di Racchiuso (UD) dove 10 squadre composte da 35 operatori si sono scontrate nella modalità combat 24 ore continuative. << Dopo una lunga preparazione, allenamenti e la partecipazione a tornei per raggiungere la giusta amalgama, sintonia e il coordinamento dei movimenti di squadra, ci siamo presentati con lo spirito giusto per divertirci e non per vincere, in quanto sapevamo che andavamo ad affrontare squadre ben preparate e con più esperienza >> A parlare è Michele Caraman responsabile tecnico-tattico. Così si è potuto sollevare la coppa Fair Play, la più prestigiosa e ambita da tutti i praticanti Softair. Un riconoscimento che sottolinea la preparazione al livello di onestà e disciplina sportiva. <<Il terzo posto meritatissimo è avvenuto un po’ a sorpresa perché non c’è lo aspettavamo anche se nel campo avevamo fatto tantissimi punti >>.

L’auspicio è che tale realtà, che sotto molti aspetti ripropone sotto forma di gioco, alcuni aspetti della militarità, possa trovare “ospitalità” presso i siti militari e le aree addestrative. Si punta ad esempio alla Comina, all’aria boschiva della caserma Leccis, o al sito dismesso di Cordovado. E’ il Presidente Langella, coordinatore nazionale delle Fiamme Cremisi, che annoverano club in altre regioni italiane, ad enunciare un obiettivo ambito: il riconoscimento di alcuni millesimi di punto ai giovani che praticano questa disciplina all’interno dell’Associazione d’Arma, all’atto della presentazione della domanda ai concorsi per entrare come Volontari nelle FF.AA. Il movimento è iin crescita e spesso si è costretti a non accettare richieste di minori, in quanto tale disciplina si può praticare a partire dai 18 anni. Non resta che “gridare” con orgoglio cremisi << Quis Ultra!>> e attendere le buone nuove del “ quis-ultra Softair team”

foto di gruppo

Tags:
Redazione
A proposito dell'Autore

 

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.